Lo Quarter

lo quarterUn vasto complesso architettonico pluristratificato che nel corso dei secoli ha subito diverse trasformazioni. Il principale edificio dell’area era, in passato, l’antico collegio Gesuita, i cui lavori di realizzazione risalgono al 1589. I lavori di riqualificazione sono iniziati nel 2006, mentre gli scavi archeologici del 2008 hanno portato alla scoperta del vecchio cimitero della città fortificata e di oltre 500 sepolture, molte delle quali di tipo collettivo, a conferma dell’evento storico della pestilenza che colpì la città del 1500.

Il collegio, fondato dal capitano Gerolamo Ferret, consiste in un corpo duplice a pianta longitudinale. La volumetria della struttura si conserva per circa due terzi del suo sviluppo, per degradare nella testata verso il mare, con un contrafforte ad arco: secondo alcuni studiosi in esso potrebbe individuarsi una torre della scomparsa cinta medievale della città. L’edificio è strutturato su tre livelli. Al suo interno, alcuni aspetti architettonici notevoli sono tuttora salvaguardati: come le volte e gli archi a tutto sesto del piano inferiore, gli ornamenti decorativi in ​​stucco costituiti da lesene, cornici, medaglioni che sono visibili presso la sala d’ingresso e la scala. Il Collegio fu chiuso nel 1773, quando i Gesuiti lasciarono Alghero e fra gli usi successivi del vasto immobile è da segnalare quello ottocentesco di Caserma dei Carabinieri, che ha dato il nome – tutt’ora utilizzato per indicare l’area – di Lo Quarter (Caserma).